Salta al contenuto

Contenuto

Tenere viva la conoscenza per non dimenticare i tragici accadimenti che riguardarono gli italiani e le tante vittime delle foibe. Ma anche l'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Così il municipio di Dozza ha programmato una serie di iniziative sul tema con un appuntamento in agenda il prossimo 2 febbraio.

Si tratta della celebrazione istituzionale, con ritrovo nella sala polifunzionale delle scuole Pulicari di Toscanella, con la conferenza della presidente di A.N.V.G.D. Bologna, Chiara Sirk, dal titolo “L'Adriatico orientale: dai drammi del passato all'Europa di oggi" per focalizzare la storia alla luce anche dei più recenti sviluppi e alla ricerca di una conciliazione tra terre in passato martirizzate dalle ideologie. Interverrà anche il vicepresidente Giovanni Stipcevich, esule da Zara, testimone diretto dei tragici fatti. Prevista, inoltre, la proiezione del filmato ‘Esuli’.

Un momento di riflessione, aperto alla cittadinanza con la partecipazione delle classi terze della scuola media ‘A.Moro’ di Toscanella, in agenda dalle ore 9.30 alle 11 anche in diretta streaming sul canale YouTube del municipio. Per tutte le altre sezioni del plesso, invece, è previsto una programmazione di approfondimento tematico tra i banchi in orario di lezione.

Il Comitato Provinciale di Bologna di A.N.G.V.D. (https://www.anvgdbo.it -https://youtube.com/channel/UCXK608gs7TXjRrh-is35neg ) mette a disposizione, attraverso i canali di comunicazione dell’ente, i contenuti del proprio sito e canale YouTube con video di contestualizzazione storica, testimonianze e seminari di formazione anche per docenti. Non solo. Spazio a bibliografia, videografia e sitografia dedicate.

Divulgata, infine, un’ulteriore bibliografia prodotta dal servizio bibliotecario comunale con un focus sui testi presenti nelle sale a scaffali del circondario imolese.

“Esprimo un vivo ringraziamento per la collaborazione proficua e fattiva vigente da anni, finalizzata alla degna celebrazione della ricorrenza – spiega il vicesindaco del Comune di Dozza, Giuseppe Moscatello -. L’obiettivo congiunto è quello di preservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe con l’apporto di testimonianze e attenta analisi storiografica”.

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ultimo aggiornamento: 01-02-2024, 12:02